Ecco una nuova recensione dell’Album “Come un’arancia in Norvegia”. Grazie alla redazione di Groove Portal!

Eccone un’abstract.

Oggi andiamo ad ascoltare l’ultimo lavoro di Luciano d’Abbruzzo e M.I.G., band romana in cui milita il drummer Jacopo Coretti (vedi bio sotto per ulteriori informazioni sulla band).
L’album si presenta subito benissimo, i suoni sono pieni e caldi, si sente il grande lavoro di produzione sul sound generale. La vivacità e il calore dei brani è evidente, ancor di più perché registrato “live” e senza editing, riprendendo una tendenza (quasi obbligatoria in anni passati) che ora torna a farsi prepotentemente sentire.
Kaos, il brano d’apertura, entra subito in testa: il sound è originale, si intersecano vari generi e tendenze musicali, c’è una ripresa di suoni “vecchi” e grezzi fusi con il sound più attuale in ambito rock, e dall’altra parte una perizia tecnica finissima nel portare i brani da parte degli strumentisti. Molto interessanti gli inserti orchestrali, con parti di archi molto ben incastonate nel contesto dei brani, per aggiungere una profondità e una completezza totale ai pezzi.
Il drumming di Jacopo è potente dove serve, delicato e ben strutturato dove richiesto, sempre in linea coi pezzi, molto musicale. Per il batterista si sentono influenze musicali di tutti i tipi, la matrice è rock, ma il meltin pot musicale che viene a crearsi con i groove di Coretti è molto interessante, mai banale e con la tendenza a impreziosire parecchio i brani con suoni e ritmiche ricercate e non scontate.

Qui potete leggere la recensione completa.